Percorso

IC VIRGILIO DI SONA

GIORNATA DELLA MEMORIA IN PRIMA PRIMARIA PLESSO ALEARDI

STORIA, EMOZIONI E UNA SORPRESA INASPETTATA

È il 28 Gennaio 2021 e in rete compare un messaggio appassionato, scritto da federicabp come commento ad un disegno raffigurante un’anziana signora dai tratti dolci e insieme autorevoli; il messaggio recita: Finalmente un’occasione per sorridere. Tra mille immagini offensive e altre altrettanto strazianti, trovo in rete @ester_perin che disegna la mia mamma come un fumetto buffo, come una qualsiasi nonna, che racconta delle storie ai bambini. Paffuta e sorridente, ma anche ferma e sicura come ogni nonna dovrebbe essere. Con la sua stella che l’ha sempre aiutata a guardare fuori dal lager, là in alto nel cielo, dove l’aria era finalmente libera e pulita. E la sua farfalla per ricordarci di non perdere mai la speranza. Grazie di aver fatto disegni bellissimi e adatti ai bimbi, uomini del domani, da accompagnare per mano nel viaggio dell’orrore, con la delicatezza e la luce che la loro età merita….

Chi scrive è Federica Belli Paci, figlia della Senatrice Liliana Segre; il disegno a cui fa riferimento è stato postato su Instagram da Ester Perin, laureanda in scienze linguistiche, appassionata di disegno e nipote della docente Barbara Perin della primaria Aleardi di Sona. Andiamo con ordine.

Per la Giornata della Memoria di quest’anno le insegnanti delle prime dell’Istituto comprensivo Virgilio di Sona avevano progettato un’attività semplice ma densa di significato: la realizzazione di un volo di farfalle colorate, di carta, su uno sfondo nero, metafora della libertà che vola oltre ogni oscurità, oltre i fili spinati, cercando con questo di realizzare un accessibile collegamento con Educazione Civica. Nel plesso di Sona il team docenti di prima ha convenuto di associare l’attività alla lettura di un racconto per veicolare anche informazioni ed emozioni; non riuscendo a trovare pubblicazioni adatte ai piccoli, una delle insegnanti ha provato a creare una storia e ha poi chiesto a sua nipote Ester di realizzare cinque tavole per illustrarla, offrendo alla disegnatrice le indicazioni di base e lasciandola poi libera di esprimersi.

Il 27 gennaio le insegnanti del team hanno letto la storia nelle due prime, attraverso la metodologia dello storytelling, supportate dalle cinque tavole realizzate dalla giovane disegnatrice, hanno riflettuto con i bimbi, hanno risposto alle loro domande e successivamente hanno offerto loro il materiale per realizzare il volo di farfalle…

    Ester ha pubblicato alcune foto dei suoi disegni sul suo profilo Instagram, accompagnandoli con queste parole:

Mia zia mi ha chiamata qualche giorno fa chiedendomi di illustrare una storia che aveva scritto per spiegare ai suoi alunni, di prima elementare, il significato della Shoah. Ora, parlare a dei bambini della storia, della sofferenza, della brutalità dell'uomo non è per niente semplice. Non è semplice perché bisogna spiegare loro che in quei campi di concentramento c'erano bambini piccoli come loro, che hanno visto e provato cose molto brutte e che bisogna continuare a ricordare le atrocità per evitare che accadano di nuovo. Forse parlare di una stellina che, osservando quei bambini, cerca di sollevare loro gli animi donando un po' di luce, potrebbe fare chiarezza per chi non sa ancora che cosa siano la cattiveria e l'ingiustizia. Che quella luce fosse speranza, poesia, un gioco o un'amicizia, non importa. Un raggio di ciò che successe in quei luoghi dobbiamo sempre portarlo con noi, anche se fa male. Per non dimenticare.

In questo modo i disegni e le parole della giovane hanno raggiunto in rete Federica Belli Paci ed il suo commento, inaspettato e profondamente sincero, è stato letto con stupore ed emozione da zia e nipote le quali hanno risposto ringraziando sinceramente e accogliendo la richiesta di inviare tutto il materiale realizzato per e con i bambini. Trascorsi pochi giorni Federica Belli Paci ha inviato per i bambini delle prime di Sona alcune fotografie della Senatrice Segre, specificando che aveva consegnato alla mamma Liliana la stampata dei disegni e della storia scritta per i bimbi e aggiungendo le seguenti parole: “Vi ringraziamo dal profondo del cuore! Sensibilità come la vostra rendono meno difficile il dovere della Memoria e ci ripagano di tanti dolori. Invio un paio di foto che speriamo vi facciano piacere. Forse i bimbi, vedendo Liliana intenta ad ammirare i disegni che li hanno aiutati a comprendere la sua storia, riusciranno ad immaginarla come una vera nonna da ricordare…”.

Ai bambini di prima sono state mostrate le foto accompagnate da una spiegazione e dalle seguenti informazioni: “Oggi Liliana Segre è una Senatrice della Repubblica Italiana, significa che è una persona importante, membro del Senato, il luogo dove si discutono e si decidono le leggi per il buon funzionamento dell'Italia.

La Senatrice Segre ha parlato anche al Parlamento Europeo...

Pensate, una persona così importante ha deciso di essere vicina a voi, bambine e bambini delle prime di Sona e di donarvi il suo sorriso.

Le siamo grati…sicuramente la ricorderemo.”

Grazie a questa esperienza Ester Perin ha compreso ancora meglio che cosa vuole fare nella vita e la zia maestra, dopo quasi quarant’anni di vita professionale dedicata ai bambini e ai futuri insegnanti, sente una profonda gratitudine per le  parole  della Signora Federica, per il dono delle foto della Senatrice Liliana Segre e per la possibilità di condividerle con i bambini, nella speranza che le farfalle continuino a volare, le stelle continuino a brillare, le parole di pace continuino ad arrivare alle menti e ai cuori delle giovani generazioni... e non solo.

 

(Barbara Perin)

DaD

pon-por-fesr
logo-mad

DaD

re segreteria digitale-1024x331

logo-cyberbullismo

banner vittima

logo-parlano-noi
Indirizzo Musicale
Inizio pagina